LE ANTICHE FORTIFICAZIONI A GENOVA

 

PREFAZIONE

 

L'autore di questo sito non è architetto, ma è da sempre un vero appassionato dell'argomento. Ha collaborato, in veste di "cultore della materia" (spesso non citato), alla realizzazione di alcune Tesi sulle fortificazioni genovesi; alla stesura delle schede storiche dei Forti sul volumetto "Genova. Il Parco Urbano delle Mura"; al completamento della monografia "Il Forte di S. Giuliano", redatta dal Colonnello t.SG dei Carabinieri Pietro Pistolese. La Soprintendenza per i Beni Ambientali ed Architettonici della Liguria gli ha affidato l'incarico per un lavoro di ricerca sul patrimonio dei beni culturali, vertente al riordino, datazione e catalogazione dei disegni storici della Piazzaforte genovese conservati presso lo stesso Archivio. Ha relazionato un corso d'aggiornamento sulle fortificazioni genovesi alle guide naturalistiche del Parco Urbano delle Mura: allo scopo, ha redatto la dispensa storica "Le fortificazioni nel parco Urbano delle Mura", ad uso del Servizio Giardini e Foreste del Comune di Genova. Ha collaborato alla realizzazione del libro "Magliolo nel tempo".

Ha iniziato da ragazzino a visitare i Forti, con il fine di trovare labirintici sotterranei o testimonianze delle ultime guerre; ha poi cominciato a chiedersi il perché di quelle opere fortificate. Nonostante il suo lavoro di tutti i giorni non abbia niente a che vedere con le fortificazioni, con molta pazienza ha consultato documenti e visitato decine di volte quelle antiche strutture. In più si è dovuto scontrare con l'indifferenza delle istituzioni e la mancanza di collaborazione di coloro (studiosi o direttori di Enti) i quali, pur dichiarandosi disponibili, di fatto si sono poi tirati indietro. Dopo oltre dieci anni di ricerche, e dopo aver trovato documentazione inedita presso impensati Archivi, l'autore ha deciso di realizzare una nuova pubblicazione sulla Piazzaforte genovese (in via di ultimazione) con lo scopo di rendere pubbliche curiosità, chiarire dubbi, fantasie, correggere errori, sfatare leggende e completare le notizie finora narrate sui Forti.

La difficoltà nel reperire certi documenti e disegni (andati dispersi, distrutti o conservati in chissà quali altri archivi) può lasciare comunque incertezze su alcune notizie.

 

 

 Torna al Sommario